DSC03903.JPGBanner definitivo.jpgSIR3000_400Mhz_chart2a.jpgSIR10_antenne_900_1500MHz.jpgP1060913.JPGGPR_Grosseto.jpgP1060873.JPGFoto0026.jpgSIR3000_70MHza.jpgCartagine_f06.jpg

CNR ITABC - INTEGRAZIONE DI METODI GEOFISICI AD ALTA RISOLUZIONE

PER LE PROSPEZIONI ARCHEOLOGICHE

(www.itabc.cnr.it)

 

  Siti Archeologici (mesoscala) - L'efficacia dei metodi di indagine geofisica non sempre risulta direttamente collegata alla loro intrinseca potenzialità. Da ciò discende la necessità di sviluppare programmi di ricerca mirati ad accrescere l'efficacia dei metodi sia in termini di acquisizione, di elaborazione, di rappresentazione e di modellizzazione. Tutti i metodi geofisici misurano la variazione di singoli parametri fisici del terreno e/o del mezzo da investigare, pertanto se impiegati da soli non permettono una completa caratterizzazione dei "corpi anomali" che si intendono individuare. La ricerca ha come obiettivo lo sviluppo di tecniche integrate di indagine, le quali possono fornire quell'insieme di informazioni, acquisite da diversi punti di osservazione, in grado di aumentare l'affidabilità e la congruenza dell'interpretazione finale. L'attività di ricerca consiste nello sviluppo di tecniche di acquisizione dei dati ad alta risoluzione (2D-3D) e nel conseguente sviluppo di tecniche di elaborazione (inversione dei dati) e di visualizzazione ad alta risoluzione. A tale scopo vengono impiegati, nei siti prescelti, in modo integrato i seguenti metodi: magnetometrico differenziale (fluxgate e a pompaggio ottico), Georadar (GPR-ground penetrating radar) e Tomografie Elettriche di Resistività (ERT-Electrical Resistivity Tomography). Le acquisizioni sperimentali vengono effettuate nei siti archeologici in aree extraurbane (Veio, Aquino, Sabina Tiberina, Parco dei Monti Aurunci) ed urbane (centri storici ed aree monumentali; Basiliche di S. Giovanni in Laterano, S. Paolo fuori le Mura, S. Maria Maggiore (Roma), area archeologica delColle Palatino e Valle del Colosseo).

Manufatti Storici (microscala) - Per le indagini all'interno dei manufatti e/o sugli elementi in elevato, l'obiettivo della ricerca riguarda la parametrizzazione fisico-geometrica delle strutture investigate e dei terreni che costituiscono il sub-strato di sostegno, mediante metodi geofisici integrati.

Il progetto si avvale di fondi reperiti attraverso accordi di collaborazione con enti ed istitutzioni esterne, quali Soprintendenze Archeologiche, Università di Newcastle (UK), Università della Pensylvenia (USA), Enti locali.

           

 

Indagine magnetometrica

 

Prospezioni GPR

 

 

ITABC - GRS Web site © 2013. All Reserved / Art Work D. Verrecchia